Ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2017 alle 23:05

Piero Sansonetti: “Silvio Berlusconi? Il processo Ruby-Ter una balla per colpirlo”

«Una fake news fatta circolare con i tempi del fake orologio». Ecco cos’è, per Piero Sansonetti, direttore del Dubbio, l’ennesimo rinvio a giudizio ai danni di Silvio Berlusconi nell’ambito del processo Ruby-ter. Ovvero la presunta corruzione, da parte del Cav, dei testimoni delle celebri «cene eleganti» nelle residenze dell’ex premier.

Come riporta:http://www.liberoquotidiano.it

«Secondo me neanche Marco Travaglio ha capito di cosa stiamo parlando…», provoca Sansonetti, già direttore di Liberazione, organo di Rifondazione comunista, e adesso al timone del quotidiano che fa capo al Consiglio nazionale forense.

Perché la nuova tegola giudiziaria che ha colpito Berlusconi è una «fake news»?
«E come chiamarla? Nel processo madre, il processo Ruby, Berlusconi è stato assolto. I giudici di appello, dopo essersi messi a ridere della condanna inflitta al Cavaliere in primo grado, hanno accertato che non ci fu reato. Una decisione confermata dalla Cassazione. Eppure i processi a Berlusconi continuano: ce ne sono altri sette sullo stesso filone, in varie procure».

Detto dall’ex direttore del quotidiano di Rifondazione comunista è un bel colpo, per Berlusconi.
«Ma io queste cose le ho sempre dette e scritte. Davvero: non so di cosa stiamo parlando. Se dovessi spiegare a un collega inglese quello che sta accadendo in Italia con Berlusconi, sarei in difficoltà. Al termine del processo del secolo, con enorme dispendio di tempo e di risorse che neanche all’epoca delle stragi, Berlusconi è stato assolto per assenza del reato, visto che non può essere considerato tale invitare ragazze a casa propria. Ma se non c’è il reato, perché nascono come funghi altri processi sulla quella vicenda?».

Provi a rispondere.
«È lo stesso meccanismo utilizzato da Joseph Goebbels: se si ripete cento volte una notizia falsa, l’effetto politico è uguale alla diffusione di una notizia vera. E, guarda caso, la giostra è ripartita adesso, con le elezioni alle porte».

Per questo all’inizio ha accennato al «fake orologio»?
«Sicuramente sarà un caso, ma fino a quando Berlusconi pareva uscito di scena non si è mossa foglia. Ora in poche settimane si sono attivate le procure di Torino e Siena».

Non crede che ormai l’elettorato abbia metabolizzato queste iniziative delle toghe?
«No. Berlusconi sarà danneggiato: il processo di Siena inizierà in piena campagna elettorale. Già immagino la folla di telecamere in aula».

di Tommaso Montesano

Meteo della tua città qui

(Visited 77 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Piero Sansonetti: “Silvio Berlusconi? Il processo Ruby-Ter una balla per colpirlo”"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*