Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2017 alle 21:21

Meteo, quanto durerà questa mitragliata artica: tenetevi forte, arrivano temperature agghiaccianti

Cielo nuvoloso o molto nuvoloso previsto per lunedì 4 dicembre, con la possibilità di qualche debole precipitazione intermittente lungo le coste tra Abruzzo e Molise, su Puglia e Basilicata (a carattere nevoso sull’Appennino lucano oltre 900 metri), con tendenza a esaurimento dei fenomeni entro la sera.

Come riporta:http://www.liberoquotidiano.it

Tempo molto instabile su Calabria, nord e ovest della Sicilia, con rovesci frequenti, anche a carattere temporalesco, nel settore tirrenico. Neve sui rilievi oltre 1200-1300 metri circa. Qui il miglioramento giungerà soltanto alla fine della giornata. Nel resto del Paese cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, salvo il passaggio di qualche innocuo banco nuvoloso sulle Alpi e al Nord-Est, e qualche modesto annuvolamento sulla Sardegna occidentale. Temperature minime in ulteriore calo con gelate diffuse al Centro-Nord; stazionarie o in lieve rialzo le massime al Centro-Nord e sulla Sardegna. In lieve, ulteriore diminuzione al Sud peninsulare. Venti settentrionali a tratti moderati al Centro-Sud. Mari ancora mossi o molto mossi.

Martedì il tempo andrà migliorando in maniera decisa anche al Sud e sulla Sicilia: in tutto il Paese il cielo si presenterà in prevalenza sereno o poco nuvoloso, salvo qualche residuo annuvolamento in Puglia e nel nord della Sicilia, e un addensamento della nuvolosità sin dal mattino sulla Sardegna centro-occidentale. Temperature minime in ulteriore diminuzione al Sud, gelate diffuse e localmente intense al Centro-Nord. Massime in generale, lieve aumento. Venti a tratti ancora moderati settentrionali al Sud e sulla Sicilia. Quella di mercoledì sarà un’altra giornata con tempo stabile e soleggiato in quasi tutto il nostro Paese. Giovedì, invece, si avvertiranno i primi segnali di un cambiamento del tempo che sarà più incisivo a partire dalla giornata di venerdì. Avremo infatti un aumento della nuvolosità soprattutto al Nord e nelle regioni tirreniche, dove non si escludono, tra l’altro, le prime locali pioviggini. Questo afflusso di aria più umida dal Mar Tirreno precede la perturbazione n. 2 di dicembre che, sulla base dei dati al momento a nostra disposizione, investirà tutto il Paese nelle giornate di venerdì 8 (Immacolata) e sabato 9 dicembre. Si tratta di una perturbazione intensa, che porterà piogge in qualche caso anche abbondanti e nuove nevicate soprattutto nel settore alpino e prealpino a quote relativamente basse. È una tendenza, tuttavia, ancora incerta nella tempistica e nei dettagli: l’invito è dunque quello di seguire i prossimi aggiornamenti.

Meteo della tua città qui

(Visited 100 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Meteo, quanto durerà questa mitragliata artica: tenetevi forte, arrivano temperature agghiaccianti"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*