Ultimo aggiornamento: 11 dicembre 2017 alle 17:53

Il medico studia tutta la notte e salva il paziente in fin di vita

L’intervento in extremis dell’equipe dei medici all’ospedale di Montebelluna (Treviso). Il paziente: “I medici mi hanno fatto risorgere”

Come riporta: http://www.ilgiornale.it

Tutta la notte sui libri. Non sapevano come risolvere quella reazione al farmaco di un paziente e così, per salvargli la vita, hanno passato ore e ore a studiare il caso nella speranza di trovare una soluzione.

E ce l’hanno fatta. Il “miracolo”, se così si può chiamare, è avvenuto all’ospedale di Montebelluna, dove i medici hanno salvato in extremis un 73enne. Strappato letteralmente dalle braccia della morte.

L’equipe di medici stava seguendo il caso di Sergio Dotta. Per ore ha cercato una cura e solo la mattina, dopo una notte insonne, è arrivata l’idea per evitare che il paziente morisse a causa dell’effetto collaterale di un farmaco per il cuore. I dottori hanno realizzato una circolazione extracorporea per depurargli il sangue. Come riporta oggi il Gazzettino, si tratta di un metodo clinico usato – prima di ieri – solo in una occasione, in Giappone.

Dopo l’operazione, la gioia. “medici mi hanno fatto risorgere” – ha detto Doria al Gazzettino – “Non posso che ringraziare tutti quelli che si sono dati da fare per me“. Poi ha aggiunto: “Ricordo ancora la faccia del dottor Federico Caria che dopo aver studiato il caso per tutta la notte è entrato nella mia stanza di prima mattina dicendomi che c’era ancora una possibilità“.

La possibilità si è trasformata in realtà. L’intervento gli permetterà di vivere ancora. La depurazione del sangue, infatti, ha permesso di espellere dall’organismo dell’anziano le molecole di farmaco che gli stavano causando l’insufficienza respiratoria.

Meteo della tua città qui

(Visited 21 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Il medico studia tutta la notte e salva il paziente in fin di vita"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*