Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 alle 19:10

«Ti taglio in due come una mela»: asilo da incubo, botte e minacce ai bimbi

Ancora un asilo da incubo, maltrattamenti nei confronti di alcuni bambini si sono verificati in una scuola materna in provincia di Torino. (Guarda il video dei carabinieri)  È l’accusa a cui dovrà rispondere un’insegnante 59enne residente in Valsusa a carico della quale i carabinieri hanno accertato che in alcune circostanze avrebbe offeso, strattonato e colpito alcuni bambini, anche se non avrebbe procurato loro lesioni. Gli episodi si riferiscono al periodo compreso tra l’ottobre e il dicembre dello scorso anno. A far scattare le indagini la denuncia di una collaboratrice scolastica. A seguito degli indizi raccolti dai carabinieri l’autorità giudiziaria ha emesso nei confronti dell’insegnante una misura cautelare di arresti domiciliari.

«Ti taglio in due come una mela»

Minacciava di “tagliarli in due come una mela”. Li strattonava, insultava e umiliava. L’indagine è nata dalla denuncia di una collaboratrice scolastica che ha rivelato agli inquirenti come molti bimbi  di una scuola statale materna di Susa, subissero angherie e violenze. Le indagine dei carabinieri hanno raccolto poi indizi di colpevolezza sufficienti da far emettere al pubblico ministero una misura cautelare di arresti domiciliari nei confronti di  M.C., 59 anni. I militari hanno accertato  che l’insegnante in alcune circostanze ha offeso, strattonato e colpito alcuni bambini, senza comunque procurare loro lesioni.Secolo d’Italia

 

(Visited 83 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "«Ti taglio in due come una mela»: asilo da incubo, botte e minacce ai bimbi"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*