Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2018 alle 14:51

Bonus luce 2018: ecco come richiederlo per avere uno sconto in bolletta

25 giugno 2008; Bollette; foto di © Angela Quattrone / Emblema

Nei giorni scorsi abbiamo parlato del bonus gas 2018, ossia l’agevolazione che permette di risparmiare sulla bolletta del gas. Ma esiste anche qualcosa di simile per la luce? Ebbene sì, si chiama bonus luce 2018 e consente di avere uno sconto sulla bolletta elettrica. La crisi, le tante utenze da pagare e la situazione economica poco florida non permette a tutte le famiglie di arrivare a fine mese, per questo esistono diversi bonus e agevolazioni che consentono di ‘tagliare’ le utenze per le famiglie in difficoltà. Vediamo quindi cos’è il bonus luce 2018, come funziona e come poterlo ottenere.

Bonus e detrazioni, cosa ci aspetta nel 2018
Cos’è il bonus luce 2018
Il bonus luce o bonus elettrico, è uno sconto sulla bolletta per le famiglie meno abbienti, ossi con un Isee inferiore ad una certa soglia. Tale aiuto perdura per 12 mesi, ma è rinnovabile e non va ad influire sul reddito della famiglia che lo ha richiesto.

Chi può richiedere il bonus luce 2018
Il bonus elettrico può essere richiesto dai clienti domestici, quindi non da aziende o società, con un reddito Isee inferiore 8.107,50 euro annui. Tale soglia sale a 20mila euro se nella famiglie di chi ha fatto la richiesta ci sono più di tre figli a carico. Inoltre, se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute, la famiglia può richiedere un ulteriore agevolazione relativa al bonus elettrico. Ovviamente il soggetto in questione deve possedere anche tutti i requisiti per il bonus per disagio fisico.

Come richiedere il bonus luce 2018
Per ottenere uno sconto sulla bolletta della luce, bisogna presentare una domanda apposita per il bonus elettrico 2018. La richiesta può essere presentata al proprio Comune di residenza o in un Caf. Per presentare la domanda per il bonus luce 2018 è necessario compilare il modulo scaricabile gratuitamente dal sito dell’Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Al modulo vanno allegati tutti i documenti richiesti.

Il modulo per richiedere il bonus luce 2018
I documenti necessari
Come specificato sul sito dell’Arera, per avere accesso al bonus elettrico bisogna presentare il modulo apposito insieme a diversi documenti, ecco quali sono:

Documento di identità;
Eventuale delega, nel caso in cui la domanda venga presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura;
Modulo A validato dall’autorità per l’energia (scaricabile dal sito Arera);
Modello attestante il reddito Isee 2018;
Indicazione del numero di persone che compongono il nucleo familiare;
Autocertificazione famiglia numerosa nel caso di nucleo familiare con quattro o più figli a carico.
Il modulo per richiedere il bonus luce 2018 è lo stesso che serve per il bonus gas 2018. E’ fondamentale per ottenere il bonus luce 2018, disporre di un codice Pod abbinato alla propria utenza. Tale codice serve per identificare il punto in cui viene consegnata l’energia.

Quanto dura il bonus luce 2018
Dopo l’approvazione, il bonus elettrico dura per 12 mesi, ma può essere rinnovato se le condizioni Isee rimangono invariate. La richiesta di proroga deve essere effettuata almeno un mese prima della scadenza, motivo per cui è importante muoversi con il giusto anticipo per non perdere il diritto al rinnovo. Today

(Visited 161 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Bonus luce 2018: ecco come richiederlo per avere uno sconto in bolletta"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*